SETTE GIORNI DI DIETA MENTALE Seconda parte


NON PRENDERE QUESTO ESERCIZIO ALLA LEGGGERA E NON INIZIARLO TIMIDAMENTE.

Pensaci un giorno o due prima di iniziarlo, poi inizia sul serio, prendendoti un impegno con te stesso!
Puoi iniziare in qualunque giorno e in qualunque momento del giorno ma una volta che inizi devi andare avanti senza esitazioni, per tutti e sette i giorni.
E' essenziale essere ferrei!
Il concetto centrale qui è quello di avere sette giorni di disciplina mentale ininterrotta per dirigere la mente con forza e piegarla in una nuova direzione una volta per tutte. Se fai una falsa partenza o anche se parti bene e ti trovi dopo qualche giorno a "sgarrare" perché hai avuto qualche genere di pensiero negativo, la cosa migliore da fare è abbandonare tutto lo schema per diversi giorni e iniziare da capo.
Non puoi entrare e uscire dalla dieta. Nessun tipo di eccezione è permesso. Se succede devi iniziare da capo tutto il procedimento.
Esaminiamo ora i vari tipi di difficoltà che potrai incontrare durante la pratica.
Prima di tutto che cosa si intende per pensiero negativo ? Beh, un pensiero negativo è ogni pensiero di fallimento, dispiacere, o problema; ogni pensiero di critica, gelosia, dispetto, incidente, malattia, sciagura, sfortuna o simili: o in breve ogni tipo di limitazione o pensiero pessimistico .
Ogni pensiero che non sia positivo, costruttivo, sia che riguardi te o qualcun altro è da considerarsi negativo. Il cervello può confonderti su ciò che è negativo o positivo, ma il cuore sa esattamente cosa si intende, quindi non puoi sbagliarti.
In secondo luogo, deve essere chiaro lo schema su cui si sta lavorando e cioè che non devi indulgere in pensieri negativi, non devi trattenerli ne passarci su del tempo. Non sono i pensieri che naturalmente affiorano a essere importanti, ma solo quelli su cui ti adagi e in cui dimori, quelli che trattieni ed energizzi continuamente. Ovvio, parecchi pensieri negativi ti arriveranno per tutto il giorno e alcuni si infileranno nella tua mente senza che tu nemmeno te ne accorga.
L'intero ambiente circostante ti metterà a dura prova: nel discutere con gli amici, ascoltando le notizie del telegiornale, verrai tentato continuamente a preoccuparti di qualcosa, disastri, calamità e così via. Queste cose comunque non sono importanti fintantoché non le trattieni nella tua mente.
Nel momento in cui un pensiero negativo si presenta, la cosa più semplice da fare è spegnerlo e girarsi dall'altra parte. Pensa a qualcos’altro di positivo, piuttosto che a quello che ti e' stato proposto dalla fonte negativa. Più a lungo una forma di pensiero negativa permane nel nostro sistema energetico più essa ha probabilità di attecchire, di diventare convinzione profonda, e convertirsi in realtà. L'assunto qui è che tali cose non influenzeranno la tua dieta ammesso che tu non le accetti, temendole,credendo in loro, essendo indignato o triste nei loro confronti. Non farti influenzare dall'ambiente circostante. Vai in ufficio, e relazionati coi tuoi cari, ma senza farti influenzare. Ripeti a te stesso :

NESSUNA DI QUESTE COSE MI INFLUENZA!

E tutto andrà per il meglio. Quando ti trovi a conversare con un amico particolarmente negativo, in una situazione familiare particolarmente negativa, di pettegolezzo o simili, quando ti trovi di fronte a un incidente grave, a un' ingiustizia, a qualunque cosa possa provocare in te risentimento, rabbia, emozioni basse, semplicemente non accettare le apparenze di tutto questo.
Invece di reagire con pietà, rabbia, o indignazione, rifiuta di accettare ciò che appare come il vero valore di ciò che stai vedendo. Pensa a qualcosa di positivo, per esempio rivolgi la mente all'Universo e alla sua perfezione, e lascia andare, non trattenere il pensiero negativo.
Se fai esattamente questo la dieta non ne risulterà influenzata.